venerdì 8 maggio 2020

Tutorial: sali da bagno profumati e rilassanti

Come ogni anno, la seconda domenica di maggio è dedicata alla Festa della Mamma; ci siamo, mancano pochissimi giorni e, dunque, quale migliore occasione per pensare a un regalo genuino, profumato e alla portata di tutti?

Mettiamoci al lavoro e prepariamo un sale da bagno al profumo di lavanda.

La combinazione di sale, oli essenziali e acqua calda rilassa il corpo e la mente; contribuisce ad alleviare l’affaticamento, i dolori muscolari e articolari. Fare un bagno con i sali è dunque un toccasana, un modo per .combattere la stanchezza e lo stress.

Esistono diverse ricette da scegliere e da provare in base alle proprie esigenze. La nostra ricetta è molto semplice e collaudata; prevede l’uso di pochi ingredienti e di attrezzi di uso quotidiano.


Procuriamoci gli ingredienti e le attrezzature: 


Sale grosso, olio essenziale, colorante in polvere
sale grosso marino, preferibilmente integrale, che ha proprietà drenanti, favorisce l’espulsione delle tossine e aiuta in caso di gambe gonfie e affaticate.

oli essenziali ad uso alimentare e cosmetico. Hanno un costo più elevato di quelli sintetici, ma le loro proprietà e i loro effetti sono indiscutibili. Occorre solo fare attenzione a eventuali problemi di allergie e a non usarli puri direttamente sulla pelle. Noi useremo quello di lavanda che è adatto a tutte le pelli e non dà problemi di intolleranza. Ha proprietà calmanti, rilassa il sistema nervoso, favorisce il sonno; è lenitivo e aiuta in caso di irritazioni della pelle.

colorante alimentare, ingrediente facoltativo in quanto il suo contributo è solo estetico; ne esistono di vari tipi, da quelli liquidi a quelli in pasta o in polvere.


➤Ci serviranno una ciotola, un cucchiaio, un barattolo con coperchio ed eventuali abbellimenti per la confezione finale; non dimentichiamo un’etichetta o un cartellino con l’indicazione del contenuto e la data di produzione.


Procediamo:

Mettiamo circa 250/300 g di sale in una ciotola, aggiungiamo 10 gocce di olio essenziale di lavanda e mescoliamo per amalgamare bene i due elementi. Se vogliamo dare un tocco di colore, aggiungiamo del colorante alimentare nella quantità che desideriamo, in base al tipo di colorante scelto; mescoliamo di nuovo molto bene.

È consigliabile lasciare asciugare il preparato per qualche ora prima di metterlo nel barattolo, soprattutto se si è usato il colorante liquido. Dopodiché lo versiamo nel barattolo, chiudendolo bene per evitare che assorba l’umidità dell’ambiente.



Come si usa il sale da bagno:

Mettiamo 3 o 4 cucchiai di questo composto nell'acqua del bagno, che non deve essere troppo calda. Ci immergiamo per almeno 15-20 minuti. Dopo il bagno è consigliabile idratare la pelle con una crema o un olio per il corpo di buona qualità.

Le alternative per chi non usa la vasca da bagno:

Il suggerimento è banale, in quanto si tratta del classico vecchio rimedio, ma vale la pena ricordare che fare un pediluvio con acqua e sale, magari alla fine di una giornata pesante, produce un effetto defaticante, sgonfiante e rilassante.

E per chi usa solo la doccia? Mettiamo una manciata di sale aromatizzato (e qui possiamo “rinforzare” l’effetto con l’aggiunta di erbe o petali essiccati) in un fagottino di garza di cotone o di lino, chiuderlo con uno spago e appenderlo sotto al getto della doccia, oppure strofinarlo direttamente sulla pelle per un massaggio diretto.

Infine, se al preparato aggiungiamo petali, erbe e cortecce essiccate e profumate, il nostro sale può diventare un ottimo profuma-ambiente.

La confezione:

Se intendiamo regalare e abbellire i nostri sali da bagno, allora completiamo la confezione con un copribarattolo e un cartellino con le indicazioni del contenuto.

Sali da bagno alla lavanda e profuma-ambiente alla rosa
Prendiamo del tessuto di cotone e ricaviamone un cerchio grande a sufficienza per coprire il coperchio e parte del barattolo. Usiamo del tessuto che non sfilacci troppo, oppure usiamo le forbici sagomate per tagliarne il contorno.

Appoggiamo il cerchio sul barattolo e leghiamolo con del nastrino o dello spago. Prima di fare il fiocco, facciamo con del cartoncino un cartellino con la descrizione del contenuto.

Lo foriamo per infilare un capo del nastrino e terminiamo con un fiocchetto.

Possiamo fare un copribarattolo anche usando della carta velina, carta-paglia, carta a mano, ecc.; insomma diamo libero sfogo alla fantasia e soprattutto non sprechiamo e usiamo quello che abbiamo a disposizione.